C’è ancora speranza per la comicità italiana

Oggi voglio parlarvi di una delle poche comiche italiane che seguo e che apprezzo. Io difficilmente rido per qualcosa che passa in televisione, sarà che non capisco le battute, boh… L’unico programma comico che seguivo assiduamente era Mai dire (in tutte le sue declinazioni) e devo dire che i Gialappi hanno sfornato un sacco di talenti, o perlomeno hanno permesso a un sacco di comici di farsi conoscere dal pubblico. Certo, c’era pure l’Ottavo nano, che era proprio un bel programma, ma era più “impegnativo”. Sabina Guzzanti oltretutto è lentamente sparita dalla televisione (Viva la censura!), mentre la sorella più giovane, Caterina si è data a una satira molto più soft. Mi sono resa conto che le donne fanno più ridere degli uomini “in senso buono” eh (per dirla alla Guzzanti). A ogni modo la comica che apprezzo di più in tutto l’universo è madama Cortellesi, che però mò s’è data alla maternità e al cinema e quindi non la vediamo più vestire i panni di qualche ministra o qualche personaggio idiota della tv. La Paoletta nazionale ha (involontariamente) passato lo scettro a un’altra comica che – come lei – è passata nello studio di Mai dire. Sto parlando di Virginia Raffaele. Il pubblico probabilmente la conosce per la parodia di Belen Rodriguez – che a mio onesto e femminil parere – supera di gran lunga in bellezza e talento. La Raffaele ricorda molto la Cortellesi sul piano artistico e perché no, anche lei ha il merito di essere artisticamente perfetta e pure bella. Insomma, beate loro, mi vien da dire.

raffaele

Virginia imita Roberta Bruzzone

Virginia proviene da una famiglia circense e come spiega spesso nelle interviste è sempre stata incline alle imitazioni. Quando era piccola imitava gli insegnanti, ora invece veste i panni di ministre, pseudoartiste, starlette dell’ultimo momento ecc.. E lo fa divinamente. Io la ricordo a fianco di Victoria Cabello, nella (fighissima) trasmissione Victor Victoria, dove faceva la voce meccanica (forse una delle cose più difficili al mondo). Ma Virginia ha lavorato anche in radio, a teatro, al cinema. Artista che sa fare praticamente tutto, ma che soprattutto sa far ridere, senza scadere mai nella volgarità. L’unica che è riuscita a nobilitare il personaggio di Belen, per dire. Perché parlo di lei proprio oggi? Primo, perché se non la conoscete, andate subito a cercarvi qualche video nel Tubo, secondo perché alla biennale di Venezia ha imitato l’artista Marina Abramović. Qui trovate il video e e qui un altro video sempre sulla parodia di Marina. Leggendo i commenti in rete, come sempre c’è chi s’offende perché viene toccato un personaggio a detta di alcuni “intoccabile”. La Raffaele in passato ha perculato con stile la “siora” Minetti, la Pascale (fidanzatina di Berlusconi), la Boschi, la Bruzzone (una criminologa) e molte altre. Qualcuna si è offesa, qualcun’altra no. Io direi che alla fine è tutta pubblicità, soprattutto per certe imitate che prima dell’imitazione erano del tutto sconosciute.

virginiaminetti

Virginia nei panni di Nicole Minetti

Quello che apprezzo di questa comica è la precisione con cui imita un personaggio. Lo fa senza tralasciare dettagli, calandosi sia mentalmente che fisicamente nella parte.

(foto dal web)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...