Ordinary V

Io sono una persona estremamente abitudinaria. Al limite della noia, lo ammetto. Non amo che la mia routine venga stravolta, i cambiamenti mi fanno venire i capelli bianchi, mi stressano, mi scombussolano. Mi mandano un po’ nel panico. E quindi quando mi concedo di uscire un po’ dall’ordinario ritengo di aver fatto dei grandi passi, mi sento rivoluzionaria e ribelle come non mai.

Come dalla parrucchiera. Tutti mi dicono: ma lasciali lunghi lunghi quei capelli e io invece me li faccio sempre accorciare fino alle spalle. Un po’ per prevenire l’effetto Pocahontas che per me che ho origini asiatiche pare inevitabile (nonostante Pocahontas non fosse asiatica, ma vallo a spiegare a certa gente). Un po’ perché li gestisco meglio. E per gestire intendo dire che non devo gestirli affatto.

Insomma, qualche mese fa ho deciso che era l’ora di un cambiamento. Badate bene, quando una donna taglia i capelli è perché… Ma per favore! Telefono quindi alla parrucchiera, essendo io abitudinaria vado dalla stessa parrucchiera da un sacco di anni e le dico che voglio colorare un po’ i capelli. (I miei capelli sono neri)… Silenzio dall’altro capo della cornetta. Mi vien un po’ di agitazione. Che sia la cosa giusta da fare? Evidentemente lei s’immaginava già una me bionda platino o qualcosa di altrettanto aberrante. Poi riprende fiato, coraggio e mi chiede come voglio colorarli e che con me è meglio partire cauti. Lì mi sento giudicata, punta sul vivo, perché lei ha ragione, ma io mi sentivo eccentrica e lei avrebbe dovuto darmi una virtuale pacca sulla spalla e dirmi che ero la sua cliente preferita e che da anni aspettava quel momento. Così fissiamo l’appuntamento al quale mi presento vestita con un maglione lugubre, da funerale che già la diceva lunga sul mio stato d’animo.

Devo averle fatto pena quando ho varcato la soglia del suo negozio. Mi ha fatta accomodare e ha iniziato a parlarmi, come a un bambino che deve essere incoraggiato e motivato.

Ma dov’era tutta la mia carica dei giorni prima? Lei propone di fare quella cosa che va al momento, lo shatush. E decide che per me è meglio un colore brillante, ton sur ton. Io annuisco, senza capire assolutamente nulla di ciò che lei mi sta proponendo. Mi metto nelle sue mani, letteralmente, tanto peggio di così. Lei parte e il tempo pare infinito.

Io sono una che quando va dalla parrucchiera ci mette massimo quaranta minuti. Perciò passare lì tre ore o poco meno è stato un inferno, soprattutto perché non sapevo con che capelli sarei uscita. A una certa, mentre i miei capelli eran ricoperti da chissà cosa e pure decolorati (mi veniva da piangere) lei mi dice: sei bionda! Poi fa una risatina. Io a malapena maschero un singhiozzo, camuffandolo con una risatina isterica perché davvero credevo di essere diventata mezza bionda. Poi lei mi dice “tranquilla, non ti faccio uscire come Belen”. Sto quasi per risponderle che se vuole farmi uscire come Belena non c’è problema, posso pure accontentarmi, ma sto zitta e sorrido, chiedendomi perché ho deciso di sottoporre i miei capelli a una simile violenza.

Finalmente la tortura termina e io sono la stessa di prima, ma coi capelli mossi, quel colore sulle punte ton sur ton che ho scoperto chiamarsi “cioccolata” yum! E insomma devo dire che sono una figata e ovviamente mi sono sentita come se mi fossi fatta i capelli tutti viola o rapata a zero, perché per me è stato davvero un gran cambiamento e tutti avrebbero dovuto applaudire al mio passaggio per quanto ero stata audace quel giorno.

E invece che mi ha detto una? “Eh, ma non si vede tanto”.

psico

.

Annunci

42 pensieri su “Ordinary V

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...