Signor Nessuno

mr nobody

In questi giorni, tipo cinque, ho guardato un film di cui avevo “sentito” parlare, o meglio, in molti ne tessevano le lodi nel web, dispiacendosi perché non era stato doppiato in italiano. In streaming infatti si trova in originale, sottotitolato in italiano. Siccome ero curiosa e mi pareva uno di quei film “strani” che in un certo modo ti prendono ho deciso di vederlo pure io.

Il film è Mr Nobody, anno 2009, regia di Jaco Van Dormael. Il protagonista si chiama Nemo ed è interpretato da Jared Leto, attore che ho avuto modo di apprezzare in Requiem for a dream e – seppure per una piccola parte – in Fight Club.

Nemo, che di cognome fa Nobody è l’ultimo mortale rimasto sulla terra (pensa che sfiga) mentre tutti gli altri esseri umani sono immortale. Il povero Nemo è anche protagonista di un reality, proprio perché sarà l’unico a morire di vecchiaia. E qui, vuoi per il fatto del reality, vuoi per il taglio di capelli, Jared Leto mi ha ricordato un sacco Jim Carrey in “The Truman Show”. Il film è perlopiù drammatico, oltre ad essere chiaramente “fantascientifico” (passatemi il termine) anche se secondo me tutto è un pretesto per mettere in scena i soliti drammi amorosi ed esistenziali senza farli passare per tali. Ossia: piazziamo due adolescenti innamorati, condiamo il tutto con qualche termine scientifico, tante particelle e il gioco è fatto!

Il film vede Nemo alle prese con tre momenti della sua vita: infanzia, età adulta e vecchiaia, ed è un continuo slittare da una scena all’altra, per mostrare allo spettatore “cosa sarebbe successo se”. Nemo infatti sembra vivere parallelamente non solo tre età diverse, ma anche tre storie d’amore diverse, con rispettive famiglie. L’intero film però si basa sull’idea che tutti i bambini prima di nascere conoscano già tutto e dimentichino tutto grazie agli “Angeli dell’oblio” che però non rimuovono la memoria al piccolo Nemo che è infatti convinto di conoscere già il suo futuro.

Il film è un continuo riflettere sulle conseguenze delle nostre scelte, ciò che comporta intraprendere una strada o l’altra e in questo caso vengono messe in scena tutte le opzioni possibili, analizzandole accuratamente. Lo spettatore assieme al protagonista sembra rivivere le stesse situazioni più volte, ma da un punto di vista differente. Il film non mi è dispiaciuto, soprattutto per la bravura di certi attori e le immagini di forte impatto. Non ho invece approvato la scelta delle musiche: vi faccio un esempio. In una scena in cui Nemo adolescente e la sua ragazza fumano una canna il regista opta per “Where is my mind” dei Pixies, celebre brano presente nel film Fight Club. Perché svilire così il brano e ciò che ricorda piazzandolo in una scena banalissima? Anche le scelte degli altri brani (belli, eh) non mi sono piaciute, perché continuavo a dirmi “ah, questa musica stava in quel film”, distogliendo quindi l’attenzione dal film che invece stavo guardando.

Non l’ho guardato tutto d’un fiato, un po’ perché dura abbastanza, un po’ perché non avevo tempo, magari lo rivedrò tutto intero con calma e mi entusiasmerò di più. Concludendo, alcune musiche a parte, è un buon film, soprattutto perché immagino sia stato alquanto complicato realizzarlo e dargli una certa coerenza (nonostante nel film, in apparenza, l’incoerenza regni sovrana).

Annunci

38 pensieri su “Signor Nessuno

  1. ricettedacoinquiline ha detto:

    Io l’ho visto proprio quando uscì… Ancora non ci sta in italiano? Due palle. Anche io l’ho dovuto guardare in due tempo… 3 ore e un po’ di sottotitoli stancano, però il film non mi è dispiaciuto per niente! Le musiche, sinceramente, non me le ricordo minimamente XD

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...