L’albero di Natale no, non l’avevo considerato

natale

(Foto presa dal Web)

Ricordo ancora (seppur vagamente) le parole (preferirei chiamarle cazzate colossali) di Salvini (l’anno scorso, qui l’articolo) in merito alla scelta di vietare il presepe nelle scuole. Parole che suonavano come una paraculata pazzesca!

Dico la verità, più una roba è commerciale, più ci sguazzo dentro, più ne rimango ammaliata, poco m’importa se non credo, lo testimoniano le righe che ho speso a novembre sul Natale e, se non erro, pure a settembre.

In casa mia il presepe si faceva, nonostante mia madre fosse l’anticristo, in fin dei conti non ci ho mai visto nulla di male, io con gli animaletti del presepe ci giocavo, figuriamoci. I bambini pure se hanno qualche credenza campano lo stesso e se come tradizione hanno il bambin Gesù messo il 25 dicembre nella stalla o la punta sull’albero di natale, poco cambia.

Leggo infatti questo articolo in cui ci si pone il problema del presepe nelle scuole, facendo un riferimento all’istituto Garofani di Rozzano, dove il dirigente scolastico che per comodità chiamerei Grinch ha abolito il consueto concerto di Natale (rimandandolo al 21 gennaio, in veste più laica). Nell’articolo ci si chiede infatti se il presepe possa essere pertinente, viste le numerose “minoranze” presenti nelle scuole, appartenenti ad altre religioni. Quesito sensato? In realtà non si fa riferimento solo ad altre religioni ma anche alla grande quantità di bambini italiani che non hanno ricevuto alcuna “educazione” religiosa. L’aspetto che mi è piaciuto di più dell’articolo è stato questo che vado a citare: “potrebbe anche trattarsi però, di una laicità non tanto per sottrazione, ma per moltiplicazione. Nel caso del Natale, ad esempio, si tratterebbe non di togliere tutti i simboli, ma accostarne diversi.” Una considerazione sensata, finalmente! Non c’è cosa più bella di contaminare la propria cultura con quella altrui, che non è una privazione bensì un utilissimo arricchimento.

E ancora “Chi sostiene come Matteo Salvini, più presente in tv che in Chiesa, che così ci indeboliamo di fronte all’Isis, non capisce che la laicità vera – sia nella variante per sottrazione che per moltiplicazione dei simboli – porta con sé un universalismo etico forte e insieme inclusivo.” Stessa cosa che ho pensato io mentre leggevo le sue polemiche, va bene tutto, ma perché quando si tratta della consueta battaglia allo straniero diventiamo improvvisamente tutti dei timorati di Dio?

Secondo me la religione cristiana ha dei bellissimi principi (non la Chiesa, attenzione!) e, per dire, le parabole erano davvero interessanti, un po’ come le favole di Fedro. Sui simboli puramente “cristiani” se tenerli o meno (tipo il crocifisso) non ci ho mai riflettuto granché, perché per me è del tutto irrilevante. E l’albero di Natale? Perché non decorarlo con degli addobbi che richiamino le varie tradizioni che i bambini si portano appresso, così da fare tutti contenti? Farebbe troppo “volemose bene”? Eh, io rimango sempre una gran sognatrice…

Annunci

4 pensieri su “L’albero di Natale no, non l’avevo considerato

  1. lamelasbacata ha detto:

    “Le streghe hanno smesso di esistere quando noi abbiamo smesso di bruciarle. Voltaire”
    Forse dovremmo cercare di agire in modo da non vedere sempre odio e negatività nel diverso da noi, dovremmo cominciare a capire che la vita si genera con una mescolanza. Forse non si vuole proprio capire, purtroppo. Ci sono difetti peggiori che essere una sognatrice 🙂

    Mi piace

    • Cose da V ha detto:

      Esatto, io spero che prima o poi usciremo da tanta pochezza mentale, non che demonizzi l’Italia, eh, però sentire certe osservazioni nel 2015 è poco incoraggiante. Bellissima la frase di Voltaire!

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...