Letargo

Sono entrata nel letargo pre – esami. La sessione invernale è alle porte, l’inverno se l’è già data a gambe dopo essersi palesato giorni fa con una misera spolverata di neve come ogni anno, giunta nello sperduto Friuli per illuderci un po’. Toh, vedi che è inverno e nevica, accontentati di questi due fiocchetti. Che poi io sta “sfiocchettata” non l’ho manco vista perché dormivo alla grossa, ci è voluto un messaggio su Whatsapp di mia madre condito da trilioni di emoticon che non nulla avevano a che fare con il contenuto… E dunque: faccina che ride, faccina bacino, ombrellino, faccina furbina che strizza l’occhio, gattino, cagnolino, un pezzetto di sushi capitato lì per Dio solo sa che ragione…E poi finalmente Lui, il testo tanto agognato: nevica. Già, perché vuoi mettere la sorpresa di alzarsi e guardare fuori dalla finestra il Bianco Natal? Macché, roba superata. Meglio un messaggio accompagnato dal solito, esasperante corredo di emoticon che ti annuncia che fuori sta nevicando. Solo che finito di scorrere tutte le faccine del testo è già estate. E insomma, letargo pre – esami. Che significa? Significa che ho fatto armi e bagagli, preso il treno e sono approdata in città, per i miei ultimi mesi da universitaria, in vista di uno sfavillante futuro da stagista non pagata… No, aspetta, quella l’ho già fatta. Ah, non cambierà nulla? Ed eccomi qua, sola come un cane senza cani, con la dispensa imbottita di ogni ben di Dio (patatine, cioccolata, tè, camomilla, biscotti, fetta al latte e via così) pronta a passare gli ultimi giorni prima dell’esame ad autocommiserarmi rileggendo libri della Kinsella e guardando Sex and the city in streaming. Cioè, volevo dire a studiare. Perché capite che se la mente è occupata dai testi d’esami (si fa per dire…) non posso ficcarci pure Proust e La corazzata Potemkin. E poi in valigia non ci stavano mica. E quindi mi asciugo le lacrime, che a parte gli scherzi ho quasi versato mugugnando un sentito arrivederci alle mie bestie (che a dire il vero rivedrò la prossima settimana) e mi metto comoda per affrontare il periodo più bello dell’anno: quello in cui mi riduco a studiare tutto all’ultimo momento.

Annunci

65 pensieri su “Letargo

  1. lamelasbacata ha detto:

    Come è giusto che sia……….l’ultimo momento è sempre il migliore……….ti sei coperta bene? hai il numero del take away? hai cioccolata a sufficienza? se la risposta è sì vai ragazza e spacca tutto! :-*

    Mi piace

  2. amilcaxas ha detto:

    come un cane senza cani! conosco il meccanismo di studiare tutto all’ultimo minuto. Ieri c’era V per Vendetta in tv, ho pensato a te. Certo non posso chiederti di quale nome sia l’iniziale per questioni di privacy, però ne ho pensati alcuni. Non vorrei anche la tua V fosse per Vendetta. 😉 o forse si.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...