Cani vs bambini

IMG-20151003-WA0001

Tempo fa una mia cara amica mi inviò l’immagine che vedete sopra… La vedete? Bene. A me fece chiaramente ridere, perché i bambini mi mettono un po’ a disagio, a meno ché non siano educati, puliti, silenziosi, e magari intervengono solo per dire cose interessanti, alzando pure la mano prima di parlare. Già. Fatta eccezione per quelli della mia famiglia, per tutti gli altri non provo una gran simpatia e come ribadisco spesso non ho desiderio di averne, un bambino per me sarebbe un impedimento, io voglio diventare una superfiga quarantenne, a capo di una grande azienda (chissenefrega quale, l’importante è poter dire “sono a capo di quell’azienda lì…”) voglio guadagnare tanti soldi che non spenderei certo per dei mocciosi, ma per ME, solo per ME e per le mie esigenze e voglio riempire la mia casa di cani ben educati, magari un po’ tonti. Ma sui cani ci ritorno dopo. (Devo smetterla di vedere How I met your mother, tanto per dire).

Insomma, io voglio diventare una donna che al massimo dividerà la sua vita con un uomo che sappia cucinare, non chiedo tanto. I miei parenti non fanno altro che dirmi “mai dire mai”, “anche io dicevo così alla tua età”. Che poi, la mia opinione posso esprimerla ugualmente o viene la Gestapo sulla Baby Auto ad arrestarmi? Per fortuna ho delle amiche che la pensano come me e i nostri discorsi vertono sempre su due argomenti: “di che marca è la pillola che prendi?” e “perché tutti stan mettendo su famiglia???”. Tornando all’immagine iniziale che mi ha inviato la mia amica (patita dei cani, non sopporta i bambini) riflettevo sulla questione “cani contro bambini”. Perché se voi leggete in giro, troverete un sacco di persone lamentarsi per i bambini nei ristoranti, al parchetto, dal medico. Ne troverete altre dire che è scandaloso paragonare un cane a un bambino e altre che dicono che i cani ormai ce li impongono ovunque. Vi confesso una cosa: io prendo spesso il treno e un giorno una signora con una bimba iperattiva si è seduta accanto a me, nonostante il vagone fosse vuoto. La bambina non stava ferma un secondo, a una certa temendo di doverci interagire ho finto di appisolarmi. Questo non significa che io voglia un treno vietato ai bambini. Eppure sono nati i ristoranti vietati ai bambini, mentre aumentano quelli permessi ai cani. Addirittura si parla di “diritto” per il cane di entrare in un supermercato. Perché è ovvio che il cane voglia passare il suo tempo libero in un carrello tutto suo, a spasso per il market, magari ripetendo assieme a noi la lista della spesa. Si sente spesso dire che certi cani siano più educati dei bambini, che alcuni siano migliori dei cani… No, ma pronto??? Stiamo parlando davvero di questo? Come si può paragonare un essere vivente che NON parla a un bambino? È logico che un cane è “migliore” di un bambino, cazzo non può esprimere la sua opinione, non può interromperti mentre parli… E poi è peloso!!!  Ma che razza di paragone è?

Infine la considerazione “si prendono un cane anziché fare un bambino”. Questa è forse una delle più sentite, e secondo me può esserci un fondo di verità. Ma quello che mi dico è, se quella coppia non si sente pronta per figliare… Meglio così, no? A ogni modo, per me la gente può fare quello che vuole, non trovo la necessità di portarsi il cane al supermercato ma la cosa non mi darebbe comunque fastidio, e non trovo manco il senso di vietare l’ingresso ai bambini in certi ristoranti (argomento che l’anno scorso aveva suscitato un certo dibattito nel web), ecco, su quello potrei dire di essere quasi contraria.

Infine, sento spesso persone lamentarsi (io in primis, ah ah) di quelle mamme che mettono su Facebook mille foto dei loro bambini: in piscina, in montagna, a gattoni, il bagnetto. Il fenomeno strano è che ci sono persone (tipo me) che fanno la stessa identica cosa coi loro cani: prima volta in montagna per Fido! Prima gita in campagna per Bau!

Ma c’è solo una categoria di persone che mi fa realmente incazzare: le tizie che piazzano sui social solo foto dei loro fidanzati (magari vestiti da loro). Il mio amore sotto l’albero, il mio amore sulla Tour Eiffel, il mio amore si laurea… Ed è proprio in quel momento che mi sorge spontanea una domanda… Non era meglio comprarsi il cicciobello?

Perle di saggezza della Brambilla (Supermercati aperti ai cani)

Ristoranti vietati ai bambini

 

Annunci

67 pensieri su “Cani vs bambini

  1. ysingrinus ha detto:

    Beh, il fatto che sono pelosoni fa pendere tutte le simpatie dalla loro parte. Io solitamente non ce l’ho con i bambini, impiccherei semplicemente i loro genitori con le loro stesse viscere.
    Se al ristorante il bambino corre dappertutto prendendo a schiaffi ogni cosa e toccando le sue posate probabilmente non è colpa sua. Similmente se intorno a mezzanotte in un pub un bambino nel passeggino inizia a piangere. Chi non bada al proprio figlio e porta un neonato in un luogo inappropriato in un momento sbagliato? Le stesse persone che è capace mi dicano qualcosa perché passeggio con la mia cana senza guinzaglio al passo, senza allontanarsi minimamente da me. La mia cana è educata, non dà fastidio e se ci sono problemi li risolvo io per prima andandomene via. Quei bambini sono tenuti molto peggio dei cani ed affidati a perfetti sconosciuti incolpevoli.
    Oddio qualche volta ci sarà il caso di corna con il figlio non del marito ignaro ma dell’avventore del pub, ma non credo sia un caso cosí rilevante da giustificare tale comportamento. Che poi se cosí fosse io da marito non andrei al pub con moglie e giovanissima prole perché sarebbe un’ammissione di corna subite…

    Mi piace

    • Cose da V ha detto:

      Ti dico la verità, non mi è ancora capitato di vedere sceneggiate da parte di bambini in un ristorante e in quel caso, come hai detto tu, penserei male dei genitori, non certo dei bambini ai quali manderei comunque qualche maledizione. E quindi per me pensare che un ristorante possa vietare l’ingresso a dei bambini mi fa un po’ tristezza, già la parola vietare a una categoria mi spaventa. Non ho capito la storia del pub. Per quanto riguarda la gente che rompe le palle per il cane (non odiarmi, ti prego 😀 ) credo sia la legge a dirti di portare la tua cana al guinzaglio perciò i rompipalle purtroppo non sono nel torto. Ovvio che se io ti vedo passeggiare con la tua cana in santa pace non vengo a farti storie, al massimo proverei invidia visto che il più giovane dei miei è ingestibile (ma ci stiamo lavorando molto) ma questo è un altro discorso 😀 Puoi chiarirmi la storia del pub? Sono un po’ fusa…

      Mi piace

      • ysingrinus ha detto:

        Se dalla finestra ti affacci per dirmi che non posso portare la cana senza guinzaglio rimpiango che la cana sia troppo buona e non ti mangi.
        Mi capita di andare nei pub e sentire, a notte piú che inoltrata i bambini nel passeggino piangere. Per me è una violenza nei confronti dell’infante e degli altri avventori. Potrebbe però essere un modo per perseguitare un ipotetico padre reale che non vuole saperne dell’amante, tenendo il marito cornuto all’oscuro di tutto. Non giustifico questa prassi però, perché per un caso positivo ce ne saranno milioni negativi. Se cosí non fosse tutti gli uomini saprebbero questa cosa e la moglie/madre che proponesse al compagno/presunto padre di andare al pub col neonato anmetterebbe delle corna. Questa parte è poco seria e contorta, ma deriva da un’idea che mi ero fatto di una coppia che si portava il figlio nel passeggino in un pub…

        Mi piace

      • Cose da V ha detto:

        Tu sì che lavori di fantasia! Comunque anche a me rompono per il cane, perché ha l’aria di essere cattivo (considera che è in piena adolescenza, ormoni a palla e simil pastore tedesco) poi in effetti non è calmissimo. Io ho iniziato a rispondere che è cattivo, visto che è quello che vogliono sentirsi dire e la gente ha smesso di farmele quadre.

        Mi piace

      • Cose da V ha detto:

        Ma fai bene, anche io elaboro teorie sui casi sospetti che vedo in giro. Soprattutto sugli amanti. Per terminare il discorso sul guinzaglio, c’è il rischio di multa, ma credo tu lo sappia. Lo dico per te, non per darla vinta agli spioni di paese.

        Mi piace

    • Tiziana ha detto:

      io invece mi definisco felicemente “animal free”: ovvero, non amo gli animali, nn mi piacciono e non ne desidero.
      Legittimo? non per tutti. Gli animalisti canari appena ti sentono dire “non mi picciono i cani” ti prendono subito in odio e generalmente pensano: “mostro, persona orribile incapace di qualunque sentimento, passi il tuo tempo torturando e ammazzando poveri e innocenti animali, meriti il cancro e le peggiori sofferenze” ecc ecc . La mia esperienza-urtroppo lunga- con questo tipo di persone è questa e devo dire che ogni vlta che leggo commenti su Fb o li sento parlare, purtroppo, la riconfermano ampiamente.
      i bambini danno fastidio perchè urlano (spesso è solo una normale voce squillante ma non importa), saltano e corrono ecc ecc. a dir la vertià a quelli che li odiano danno fastidio anche se stanno fermi e zitti. conosco persone childfree che pretendono non solo locali childfeee, ma parchi childfree, mezzi pubblici childfree e addirittura ho sentito uno una volta che voleva il medico childfree. Mente invece -sempre secondo queste persone- il cane ache abbaia tutta notte, che inzacchera i marciapiedi con i suoi ricordini, che ti salta addosso per leccarti “vuole solo giocare, è un suo diritto!”. cani che corrono sbavano sporcan e disturbano si, bambini fermi e zitti no. complimenti!
      da notare quanti dicono apertamente “io odio i bambini, non li sopporto”: sostituisci la parola bambini con gay, rom, imigrati, trans o qualsiasi altra categoria di persone, sarebbero ugualmente accettato e permesso alla gente esprimersi cosi?
      per concludere: animali NO GRAZIE. E me ne vanto!!!

      Mi piace

      • Cose da V ha detto:

        Ho capito perfettamente il tuo discorso su rom e compagnia. Ho fatto una battuta, per sdrammatizzare la tua follia. Ora vado a fare colazione con qualche bambino, io li preferisco biondi e grassocci, così tiro avanti fino a pranzo. Tu invece fatti una bella camomilla, mi raccomando niente caffè che già stai avvelenata di prima mattina. Stasera invece andrò ad importunare qualche famiglia nei cinema, parlando a voce alta e sgranocchiando pop corn rumorosamente. Vuoi venire anche tu? Dai su, fai un bel respiro… E stammi ben! Tanti saluti.

        Mi piace

    • Tiziana ha detto:

      la mai cana è brava buona educata” lo dicono TUTTI i padroni dei cani, invariabilmente. poi nella realtà non è cosi ma non importa, perchè loro stessi non sono in grado di riconoscere che il loro cane dà fastidio a qualcuno: se succede, è quel qualcuno a essere un mostro di cattiveria e intolleranza e quindi ben gli sta!
      Ed è per questo che i proprietari di cani continuano invariabilmente ovunque a fare il loro comodo, dando addosso a chi ti fa notre che non tutti amano che un cane ti vegna a slinguazzare mentre passi o ti abbai addosso senza che tu abbia fatto nulla di male, solo perchè il padrone non vuole tenerlo a guinzaglio (come previsto dalla legge).

      Mi piace

  2. SognidiRnR ha detto:

    Io odio con tutta me stessa i bambini: urlano,piangono,quando crescono un po’ parlano,si lagnano, sono incivili, toccano tutto e li odio. Però odio anche chi tratta il cane come fosse un figlio: e il cappottino, il bacetto slinguazzato, le zampe sul tavolo mentre io sto mangiando. Odio il cane che mette il naso nel piatto dove mangio, non avendo cani in casa non sono propensa a certe invasioni,come non lo sono per i bambini che mi infastidiscono e corrono ovunque e sono peggio degli animali selvaggi, anche se capisco che per chi ce l’ha in casa è diverso. Comunque proibire a un bambino di entrare in un ristorante lo trovo assurdo e sbagliato e permettere ad un cane di entrare in supermercato,magari tenuti nel carrello col muso che passa tra gli scaffali e le cose da mangiare,boh, mi pare inopportuno. Se poi mi dovessi trovare le loro pòpò tra le corsie dei surgelati e pane (come accade nei centri commerciali) non mi andrebbe a genio.Cioè credo che si arrivi a un punto in cui il vero problema non siano più i cani o i bambini bensì i padroni ed i genitori che in quanto trogloditi non sanno gestirli. E io ho un autocontrollo tale da sopportare cane e bambino all’occorrenza, nei limiti della civiltà.
    Detto ciò odio anche le ragazze che trattano come se fosse un cagnolino il ragazzo, tra un po’ su facebook vedremo le foto “il mio amore e il suo primo guinzaglio”. Tremende le coppie.
    Insomma la mia soluzione sarebbe internare ‘ste tipe, altro che cicciobello. 😉

    Mi piace

    • Cose da V ha detto:

      Sì, il problema alla fine sono sempre padroni e genitori. Certo mi dà più fastidio un bambino maleducato, di un cane. Io trovo sia proprio inutile portarsi i cani al supermercato. Sto facendo la spesa, non un giro di piacere, però chiaro a me i cani piacciono e non mi darebbero fastidio ma ciò non toglie che trovi stupido portarseli tra gli scaffali. Comunque a me i bambini irritano, perché l’attenzione è tutta su di loro, tutto il giorno a intrattenerli… Ma siamo pazzi? Ne farò una quando sarò abbastanza ricca da poterlo sbolognare alla babysitter. 😀 Sul tuo ultimo punto, nulla da aggiungere… A parte che son d’accordissimo 😀

      Mi piace

      • SognidiRnR ha detto:

        Io non li farei nemmeno se avessi soldi per mantenere una babysitter h24 😀 Questo è il mio pensiero da sempre. Ovvio potrei cambiarlo ma ci credo poco. Comunque odiavo i bambini anche quando ero una bambina io stessa e li dovevo frequentare all’asilo! Non so se ho reso l’idea 😛 Invece con qualche cane qualche volta sono riuscita a fraternizzare, quindi uno a zero per loro!
        Contentissima di sapere che sull’ultimo punto siamo d’accordo 😉

        Liked by 1 persona

      • Cose da V ha detto:

        Anche io dubito cambierò idea e sinceramente sono contenta così. Facevi bene ad odiarli, i bambini sono malefici e cattivi, già quando ero bambina non mi capacitavo della cattiveria di alcuni!

        Mi piace

    • Tiziana ha detto:

      “o odio con tutta me stessa i bambini: urlano,piangono,quando crescono un po’ parlano,si lagnano, sono incivili, toccano tutto e li odio.”: tu invece sicuramente stai sempre zitta e parli solo chiedendo il permesso altrui, non ti lagni mai e sei sempre civilissima.
      e magari nel tuo civlissimo modo di essere sei di quell che continuano ad accendere e spegnere lo smartphone al cinema disturbando tutti, per esempio…

      Mi piace

      • SognidiRnR ha detto:

        Io cerco di essere civile, sì, poi sicuramente a qualcuno darò fastidio lo stesso in quanto persona, insomma nessuno è perfetto e siamo umani, ognuno prova fastidio per cose sue. Non so se ha letto tutto il mio commento o se si è fermata alle prime righe comunque il punto è che non mi trovo a mio agio con i bambini, mi infastidiscono spesso e volentieri MA trovo assurdo doverli escludere da un ristorante o luoghi pubblici in generale. Quindi vede, sono una persona che ragiona prima di parlare, non sono razzista e non incito all’odio di massa.
        Mi spiace deluderla ma non vado in giro a lagnarmi, parlo quando lo ritengo opportuno e al cinema non uso smartphone né rubo i posti alla gente… Detto ciò, c’è a chi piacciono i bambini e chi no, che vogliamo fare? io odio certi atteggiamenti, le urla, la maleducazione, le lagne. Non vedo che problema le possa crearle, il fastidio rimane mio.

        Liked by 1 persona

  3. massimolegnani ha detto:

    bè, l’immagine che ti ha inviato la tua amica è divertente nella sua studiata ambiguità ma sfonda una porta aperta: escluso l’apporto consistente fornito dagli immigrati, il nostro tasso di natalità è il più basso d’Europa, e cala ogni anno!
    ml

    Mi piace

  4. iblogvannnodimoda ha detto:

    Anche io non amo i bambini. E ancor di più non amo le amiche che millantano di non volerle e poi ZAC fregate subito dopo. Così poi le vedi che partono con un innumerevole serie di foto e frasi amorevoli sull’argomento. Ma poi scusa vogliamo sfatare il mito che i bambini sono tutti belli? ne ho visti alcuni che mammasanta, zia non dire più “ma è proprio un bel bambino” perché, o solo io ci vedo bene o tutti gli altri mentono all’inverosimile!

    Liked by 1 persona

    • Cose da V ha detto:

      ahahaha, ma infatti, i neonati sono orrendi, ma poi le facce intenerite che bisogna fare quando li si vede, che noia!!! Io accetto solo quelli della mia famiglia perché oh, son di famiglia e li trovo adorabili, ma tutti gli altri li vedo per quello che sono: bambini strillanti e irritanti all’inverosimile.

      Liked by 1 persona

      • iblogvannnodimoda ha detto:

        Assolutamente comprensibile per i bambini di famiglia, concordo.
        E hai ragione, che noia pazzesca con tutte quelle faccine finte felici. A me tutte volte sembra che mi sia venuta una strana paralisi!

        Mi piace

  5. John ha detto:

    Credo di non aver mai letto un condensato così enorme di tristi argomentazioni scritte da aridi e deprimenti personaggi. Però mi consola molto pensare che non farete figli così non trasmetterete a nessuno la vostra tristezza. Mi raccomando non cambiate mai idea!

    Mi piace

    • Cose da V ha detto:

      Non oso immaginare l’allegria che c’è a casa tua e che di sicuro trasmetterai ai tuoi figli… Mister pesantezza.
      Buona serata e mi raccomando: la prossima volta argomenta anziché limitarti a un commento velenoso. E soprattutto non nasconderti, perché a criticare così siam capaci tutti ; ) Saluti.

      Mi piace

      • John ha detto:

        Ciao. Hai decisamente ragione ma non avendo mai commentato un blog in vita mia ho scritto la prima cosa che mi veniva in mente. Mi chiamo Danilo e ho tre figli. Non sono mai stato appassionato di neonati ma vederli confrontati ai cani mi ha fatto venire i brividi. Un figlio è la vita che continua, è guardare avanti con fiducia, è una scommessa sul futuro senza sapere come andrà a finire. È un espressione di coraggio che rappresenta l’essenza stessa della vita. Nonostante i figli ho un bel lavoro e non sono neanche ridotto così male fisicamente. Fare la strafiga dirigente e ricca è una splendida aspettativa e ti auguro si realizzi ma ti stai/state negando un lusso straordinario che è quello di essere completi. È come nella pubblicità: se non ti lecchi le dita godi solo a metà. Io le dita me le sono leccate. Ma finché non lo fai non lo capisci. Scusami per il commento velenoso. Spero di essere stato più chiaro. Tante belle cose. Ciao. Danilo

        Mi piace

      • Cose da V ha detto:

        Sono contenta che tu abbia risposto.
        A ogni modo, non hai letto con attenzione il post (tra l’altro ironico). Io stavo proprio sottolineando l’assoluta insensatezza nel paragonare gli esseri umani ai cani.
        Però abbi pazienza. Perché imporre il tuo pensiero? Cioè, perché scrivere che la vita è incompleta (in sintesi) per chi non ha figli? Ognuno fa quello che vuole, credo si chiami libertà di scelta. I figli non devono completarci, tra l’altro… è un po’ egoistico dire fai figli così sei completa. Anche perché nessuno è mai completo, figli, non figli, se ti senti completo significa che non hai bisogno di vedere altro. Io ho 25 anni, quando avrò una mia stabilità non intendo sacrificarla per altri esseri umani, può darsi che cambierò idea eh… Ma tu non sei nessuno per venire a giudicare le mie scelte, come io non giudico quelle altrui. Si chiama rispetto e avere idee diverse sul come viversi la vita. Un saluto.

        Mi piace

      • John ha detto:

        Credimi, non impongo la mia idea a nessuno e considero la tua opinione legittima quanto la mia indipendentemente dal fatto che mi piaccia o no. Quindi non sono il giudice di nessuno anche se credo sia giusto sostenere e proporre quello che si ritiene essere una cosa buona. Ti ho portato la mia esperienza e il mio modo di vedere la vita. Era quello che serviva a me e non lo avevo deciso prima. Ho solo cercato di ascoltarmi. Non precluderti nessuna possibilità e ti auguro davvero di trovare quello che ti serve per essere felice.

        Mi piace

      • Cose da V ha detto:

        Non imponi la tua idea ma vieni a darci degli incompleti (senza conoscere le nostre storie) degli aridi e dei deprimenti per il solo fatto che non abbiamo bambini. Questo è un giudizio superficiale ed è imporre la tua opinione. Io non giudico chi ha figli, tu invece l’hai fatto, hai giudicato chi non ne ha perché non ne vuole. Questa è una sostanziale differenza, a parer mio. Detto ciò non mi precludo né di avere figli, né di vedere il mondo né di mangiarmi una bella grigliata, per dire. Se tu avessi detto: per me avere figli è una bella cosa allora sì, sarebbe stato proporre e portare la tua esperienza. Tu invece hai giudicato senza conoscere, senza sensibilità e questo ahimè è sempre negativo. Magari una cosa te l’ho insegnata io: prossima volta commenta con meno arroganza e presunzione un blog, un’opinione, una persona e vedrai che ne nascerà qualcosa di costruttivo ; ) Di nuovo saluti e buona giornata.

        Mi piace

      • John ha detto:

        Vabbè..vedo che è inutile risponderti. Io ci ho provato ad essere accomodante e gentile ma tu sei sempre troppo incazzosa. Ho finito. Peccato. In bocca al lupo.

        Mi piace

      • Cose da V ha detto:

        A me francamente interessa ben poco che una persona si sforzi di essere accomodante e gentile. A che pro?
        Hai espresso il tuo pensiero che non coincide con il mio, fine… Non vedo perché farla tanto lunga a meno che tu non voglia aggiungere altro (e qui io non ho mai tappato la “bocca” a nessuno). Aridaje con l’in bocca al lupo, non è che mi vuoi portare sfiga? : D Scherzo, dai. Davvero, se vuoi dire altro in merito alla questione figli non figli io leggo e commento volentieri, però tu nei tuoi primi commenti hai imposto il tuo pensiero e giudicato e questo è innegabile, tutto qui.

        Mi piace

  6. Tiziana ha detto:

    io invece mi definisco felicemente “animal free”: ovvero, non amo gli animali, nn mi piacciono e non ne desidero.
    Legittimo? non per tutti. Gli animalisti canari appena ti sentono dire “non mi picciono i cani” ti prendono subito in odio e generalmente pensano: “mostro, persona orribile incapace di qualunque sentimento, passi il tuo tempo torturando e ammazzando poveri e innocenti animali, meriti il cancro e le peggiori sofferenze” ecc ecc . La mia esperienza-urtroppo lunga- con questo tipo di persone è questa e devo dire che ogni vlta che leggo commenti su Fb o li sento parlare, purtroppo, la riconfermano ampiamente.
    i bambini danno fastidio perchè urlano (spesso è solo una normale voce squillante ma non importa), saltano e corrono ecc ecc. a dir la vertià a quelli che li odiano danno fastidio anche se stanno fermi e zitti. conosco persone childfree che pretendono non solo locali childfeee, ma parchi childfree, mezzi pubblici childfree e addirittura ho sentito uno una volta che voleva il medico childfree. Mente invece -sempre secondo queste persone- il cane ache abbaia tutta notte, che inzacchera i marciapiedi con i suoi ricordini, che ti salta addosso per leccarti “vuole solo giocare, è un suo diritto!”. cani che corrono sbavano sporcan e disturbano si, bambini fermi e zitti no. complimenti!
    da notare quanti dicono apertamente “io odio i bambini, non li sopporto”: sostituisci la parola bambini con gay, rom, imigrati, trans o qualsiasi altra categoria di persone, sarebbero ugualmente accettato e permesso alla gente esprimersi cosi?
    per concludere: animali NO GRAZIE. E me ne vanto!!!

    Mi piace

  7. Tiziana ha detto:

    ah, ogni volta che si sentono di persone morsicate da cani o anche sbranate, poi si snte anche l’inevitabile tiritera del padrone” ma era tantoooooooo buonooooooooooo, non hai mai fatto nullaaaaaaa!”: tipica scusa usata dai canari per affermre ” il mio cane è buono QUINDI può fare tutto ciò che vuole: saltare addosso agli altri, abbaiare notte e giorno, defecare per le strade tanto io non raccolgo, correre e saltare addosso alle altre persone e mettersi a leccarle perchè lui vuole solo giocare!” e fare quindi tutto ciò che vogliono in barba a qualsiasi senso dell’educazione e della correttezza. Addirittura sotto il post che riportsva la notizia del bambino di UN ANNO sbranato dai due molossi di casa ho letto di gente che diceva “chi se ne frega del bambino, sicuramente gli avrà fatto qualcosa quindi se l’è meritato!”.
    poi mi dicono che dovrei rispettare gli animalisti e i childfree, eh…e di esempi simili in 37 anni di vita ne ho visit a bizzeffe.

    Mi piace

    • Cose da V ha detto:

      Ma guarda che qui nessuno giustifica i padroni deficienti, eh… Mi sembra ovvio che un cane che chiaramente non ragiona come un essere umano se viene confinato in un recinto, non vive la famiglia ecc e per la prima volta vede un bambino lo percepisce come una minaccia. Ma lì son casi limite. Mai lasciare cani e bambini da soli, questo è l’abc, proprio. (Anche cani apparentemente impeccabili, intendo).
      Poi a me che gli altri non raccolgano i ricordini dei loro cani fa incazzare quanto a te e io di cani ne ho due. Perciò, di che stiamo a parlà? Per quanto riguarda il discorso bambini, non reggo oltre i dieci minuti sia quelli delle coppie gay, che dei trans, che dei rom, che dei migranti. Contenta? Pace e amore.

      Mi piace

      • Tiziana ha detto:

        ” Per quanto riguarda il discorso bambini, non reggo oltre i dieci minuti sia quelli delle coppie gay, che dei trans, che dei rom, che dei migranti. ”
        : mi sa che non hai capito il senso di quello che ho scritto. pazienza.

        Mi piace

      • Cose da V ha detto:

        Perdonami, ho risposto a un altro commento, dal cell faccio casino. Ho capito perfettamente cosa intendessi, ho solo fatto una battuta perché lo trovo poco sensato come discorso. Per concludere, ti sorprenderesti vedendo quante persone con cani siano in realtà molto rispettose degli altri, non impongono il loro cane ovunque, rispettano gli spazi e così via. Ricorda che (fanatici a parte) chi ama gli animali tendenzialmente ha un grande rispetto in generale per tutti. Oltretutto io stessa sono contraria a far entrare i cani in certi luoghi, proprio perché rispetto chi, come te, non gradisce. Sui bambini mi sembra abbastanza evidente (dico abbastanza perché per te non lo è) che fossi molto ma molto ironica a riguardo. Che poi tu non abbia colto l’ironia o non ti abbia fatto ridere (legittimo, ci mancherebbe) è un altro discorso. Per me i bambini possono andare ovunque (mi sembra perfino stupido precisarlo), la maleducazione di alcuni è imputabile solo ed esclusivamente ai genitori che li mettono al mondo e poi non li educano. Tutti siamo stati bambini, tutti abbiamo fatto i capricci, ci mancherebbe. Io semplicemente non reggo i bambini per più di 10 minuti, mi stufano… Che c’è di male? Mica sono i miei figli. Questo non significa che io li maltratti. Mi auguro sia più chiaro il discorso, vedo che continui a prendertela anche con gli altri utenti ma non ti fermi a leggere con attenzione i loro commenti e anzi, continui a sollevare polemiche piuttosto fuori contesto. Spero sia tutto più chiaro, se vuoi discutere in modo civile anziché sbraitare come stai facendo da ieri sei la benvenuta, altrimenti non riceverai più risposte.

        Mi piace

      • Tiziana ha detto:

        a dire la verità, non mi sembra proprio di essermela presa con nessun’altro utente. ho semplicemente riportato esempi del ragionamento dell’animalaro medio che ho potuto constatare di persona avendone conosciuti parecchi nella vita. E non mi sembra di aver sbraitato proprio nulla o sollevato polemiche (anche e ovviamente avere un’opinione diversa generalmente viene bollato in tal modo). Comunque ho solo voluto lasciare il mio commento, ognuno rimanga pure della sua opinione e pace.

        Mi piace

      • Cose da V ha detto:

        Sì ma non ti sei presa la briga di leggere i nostri commenti, hai continuato sta pantomima dei cani killer e questo e quell’altro. Io ad esempio ti avevo detto che come te non reggo gli animalari fissati, generalmente irrispettosi nei confronti di chi non la pensa come loro. Dopodiché hai insinuato che la ragazza probabilmente è una di quelle che accende lo smartphone al cinema ecc… Hai continuato a scrivere senza però leggere, tutto qui. Comunque come hai detto tu, ognuno resti della propria opinione e pace. ; )

        Mi piace

  8. Zeus ha detto:

    Ma sai una cosa, cara V., a me i bambini non dispiacciono?
    Non avendone, ovvio, non saprei dirlo al 100% e potrei essere il primo a spararmi un colpo alla notizia o altro.. ma sono conscio di essere uno di quelli che, potenzialmente, ne vorrebbe uno. Con tutti i contro che hanno eheheh.

    Mi piace

    • Cose da V ha detto:

      Guarda, ieri nello spogliatoio della piscina c’era un bambino cinese (i bambini cinesi e quelli africani secondo me sono troppo teneri e non da mangiare, dico da vedere) e patatoso che è venuto a salutarmi tutto contento, avrà avuto 3 anni. Mica che mi ha dato fastidio (cioè il mio post era pesantemente esagerato), sorrido sempre ai mocciosi perché mi fanno tenerezza. Oltretutto i bambini mi trovano simpatica. Ho conosciuto diverse persone che “oh il mondo senza figli è terribile gne gne” e poi discriminavano i bambini e facevano preferenze, per dire, io ste cose non le faccio, né in famiglia, né fuori. Insomma, in un certo senso ho una certa sensibilità verso i bambini, però non reggerei un’intera giornata in loro compagnia, cioè a na certa… Mollatemi.
      In famiglia ormai tutti sfornano bambini ed io amando la mia famiglia voglio bene pure a loro. Tuttavia dopo 10 minuti buoni in cui devi intrattenerli, farli ridere, giocare, ecc… Io mi stufo. Pensa che ho fatto anche la ragazza alla pari eeee no, non fanno per me : D Immagino sia diverso avere un bambino proprio ma la cosa mi fa accapponare la pelle… Poi chiaro, se nascesse una bambina impeccabile come me, allora sarebbe un’altra storia, ma mica posso avere questa garanzia? : D Comunque penso anche che dipenda dalla condizione. Se uno convive e ha un lavoro e ama il suo partner/ la partner magari può maturare questo desiderio… Chi lo sa? Al momento non mi passa manco per la mente : D

      Mi piace

      • Zeus ha detto:

        Ma certo, ho capito il senso del tuo post. Ho capito l’esagerazione, il paradosso e anche il tuo punto di vista e, ti dirò, è anche condivisibile. Io non posso sapere benissimo se voglio o non voglio, anche perché tenerli per 10 minuti (come dici te) o una serata è un discorso, trovarsi addosso per una vita intera è un discorso diverso.
        Lo so, ne sono conscio al 100%.
        Io sorrido sempre ai bambini. Ci mancherebbe… mi danno fastidio, anzi, li detesto come pochi, i boci dagli 11 ai 15/16 anni… l’età in cui predersti randello e via di botte da orbi. Io me le sarei date, giuro.
        Però se mi dovessero fare una domanda: tu ti vedi con un figlio. Io rispondo di sì. Non so perché. Non ho le idee chiare (ecco perché non ne ho eheheheh), ma risponderei sì.
        Ma sono al 1000% d’accordo con chi preferisce un cane ai figli quando di figli non ne vuole. Meglio un animale amato, che un figlio ignorato.

        Mi piace

      • Cose da V ha detto:

        I ragazzetti sì, sono pessimi… Io mi sarei data due schiaffoni per svegliarmi, più che altro. Forse sono peggio ora : D Ma infatti, alla fine chi non vuole figli non toglie niente a nessuno. Se c’è chi è in grado di dare amore ben venga, il problema è chi non ne è in grado e copula e si riproduce lo stesso.

        Mi piace

      • Zeus ha detto:

        Eheheh… ecco, se non lo vuoi, non farlo. Risparmiati la scocciatura, il problema etc. Se ne sei convinto/a, allora procedi e sono sicuro, al 100%, che la tua vita sarà arricchita da qualcosa di bellissimo.

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...