Il bon ton dei segnalibri

segnalibri

(Foto dal Web)

Oggi, mentre facevo un’orecchia a un libro che sto rileggendo, quell’orecchia per tenere il segno che fa raccapricciare più o meno tutti, che è una di quelle pessime abitudini che ho, ed è anche uno dei motivi per cui non prendo in prestito libri in biblioteca né me li faccio prestare da amici, anche perché odio restituire libri e vivrei nel terrore di rovinarli. Inoltre mi piace avere i libri tutti per me, sono l’unica parte ordinata della mia stanza, e poi mi piacciono i libri nuovi, ma non per quella storia poetica del “ahhh, l’odore della carta appena stampata”… No, onestamente preferisco il profumo di una pagnotta appena sfornata. Semplicemente mi piacciono esteticamente. E dunque, oggi pensavo ai segnalibri, che puntualmente infilano nei libri nuovi, e io puntualmente perdo, ogni tanto mi dico che dovrei smetterla di maltrattare i libri ma mi risulta faticoso portarmi dietro i segnalibri, sono così ingombranti…  Lo so che alcuni sono davvero belli e tutto quanto ma anche le rare volte in cui me ne capita uno sottomano io faccio l’orecchia al libro, è terribile, è più forte di me, sono una maltrattatrice di oggetti. Ricordo ancora una mia cara amica, stavamo in copisteria e lei mi lanciò un’occhiata di profondo disgusto quando schiacciai le fotocopie nella borsa per farle stare… Ancora me lo rinfaccia (e le fotocopie erano mie) ad esempio si parlava di calze e lei mi fece un’osservazione piuttosto azzeccata “se t’infili le calze come hai infilato quelle fotocopie nella borsa…”, ed effettivamente aveva ragione, le mie calze durano poco, sono una persona sgraziatissima, priva di quel che si dice. Devo ammettere che in passato, quando mi è capitato di utilizzare segnalibri per cause di forza maggiore mi sono sentita una persona migliore, una persona nuova, ecco…

No, ma sono tutti graziosi e quel che volete, ma proprio non fanno per me.

Segnalibri, Il Libraio

Segnalibri creativi, la Repubblica

Annunci

99 pensieri su “Il bon ton dei segnalibri

  1. ysingrinus ha detto:

    Io credo che i libri vadano vissuti. Quindi capisco ed anzi in un certo modo mi danno soddisfazione orecchie, segni, macchie e chi piú ne ha piú ne metta. I libri invecchiano e come noi se non portano i segni degli anni addosso, diventano inquietanti.

    Liked by 1 persona

  2. SognidiRnR ha detto:

    Proprio oggi leggevo quell’articolo su Il Libraio a riguardo dei segnalibri…
    L’abitudine delle orecchie alle pagine io non l’ho mai avuta ma penso che non si può andare contro natura: se viene spontaneo è difficile da debellare 🙂
    Però uso da sempre di tutto: segnalibri comprati appositamente, fotografie, scontrini,carte di caramelle o cartoncini pubblicitari. Qualunque cosa mi capiti a tiro.
    Comunque sono onesta, più che per chi fa le orecchie agli angoli, io provo sconforto per chi sborsa una marea di soldi nell’acquisto di segnalibri: cioè.per carità,ce ne sono di fantastici e particolari ma il più delle volte sono poco pratici e soprattutto io con la stessa somma di denaro porterei a casa bei volumi di carta stampata. Mah la gente, non la capirò mai,sarà che ho delle priorità diverse 😛

    Mi piace

    • Cose da V ha detto:

      Vero, anche per me è assurdo, li trovo affascinanti eh, ma come dici tu piuttosto sborso soldi per dei libri… A me solitamente li regalano, di solito al posto delle cartoline, mi comprano un segnalibro che raffigura la località, però io preferirei ricevere una cartolina…

      Mi piace

      • SognidiRnR ha detto:

        Io uso direttamente le cartoline infatti 🙂 Sono più belle dei segnalibri che raffigurano posti,sono d’accordo.
        Che poi io porto sempre un libro con me e nella mia borsa i segnalibri con ciondoli ricami e quant’altro farebbero davvero una terribile fine oltre che a perdersi fuori dal libro. Per cui…Meglio acquistare libri che segnalibri!

        Mi piace

  3. tiZ ha detto:

    Le orecchie si fanno eccome: un libro vissuto e maltrattato è un libro che ha lavorato su me stessa. Mi piace l’idea che poi qualcuno dopo di me lo legga e trovi me proprio in quelle pagine con l’orecchio 🙂

    Liked by 1 persona

  4. intempestivoviandante ha detto:

    Beh, diciamo che concordo con Mela (e non è strano) 🙂 Io adoro i segnalibri, in generale, ma non li uso quasi mai (e mi dispiace). Non ne ho mai comprato uno però ne ho, solo che mi dimentico dove li ho messi e comunque non ci penso, per cui anch’io uso scontrini, targhette dei vestiti, pezzi di fogli di brutta… oppure niente, quando riapro il libro cerco la pagina a cui ero rimasta 🙂

    Liked by 1 persona

  5. missiswhite ha detto:

    Fin da ragazzina, come segnalibro uso pizzini con miei appunti: due parole, un incipit, una considerazione, uno stato d’animo.
    Mi è capitato di ritrovarne di vecchi, tra le pagine di libri letti e riletti. Più emozionante del libro stesso, ma questo è sano egocentrismo, n’est-ce pas, ma petite?

    Liked by 1 persona

    • Cose da V ha detto:

      Ma che bello! Mi fai venire in mente una cosa, ero piccola e scrissi una frase su un libro “avrò letto questo libro 100 volte ma ogni volta è come la prima” o una sviolinata di quel genere… Poi prestai il libro scordandomi quella frase atroce… Mi presero in giro D:

      Mi piace

  6. ithemorrighan ha detto:

    Non ce la faccio proprio a fare le orecchie alle pagine. I libri magari li smanazzo più e più volte e creo crepe assurde nella rilegatura, ma le orecchie non fanno per me. Da quando ho scoperto i post-it segnapagina uso quelli per tenere traccia delle frasi che più mi colpiscono.

    Liked by 1 persona

  7. Bloom2489 ha detto:

    Sempre stata anch’io dell’idea che i libri vanno tenuti lindi e immacolati e ho sempre usato i segnalibri. Poi non so cosa è successo, ho preso a fare delle piccole orecchie lì dove c’è un passaggio che mi piace, sentendo il bisogno di farli miei davvero, di viverli. Uso anche il segnalibro, ancora, e non riesco a scriverci su o rovinarli… Solo una pieghetta per tornare su pagine che altrimenti dimenticherei…

    Mi piace

      • ricettedacoinquiline ha detto:

        Meno male! Altrimenti venivo a cercarti >.<
        Io avevo preso la mania dello scrapbooking, però non quello delle mamme represse. Ho un segnalibro del Trono di spade dove ho fatto la capo di lupo e poi le frasi… Oppure uno con una barchetta XD
        Di origami ne ho fatti tanti anche io, per me e da regalare! Prima regalavo sempre un mio segnalibro nei libri che regalavo, mo non ho tanto tempo per farli 😦 per farne uno ci metto circa 2 ore

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...