Università

Voglio condividere con voi – in particolare con chi è alle prese con la terrificante sessione estiva (io ho dato un esame ieri e oggi devo iniziare a preparare il penultimo, ahimè), con chi ha patito la sessione estiva in passato, insomma con chi mi pare – un pezzo dell’ editoriale della rivista PASS dell’università di Verona, scritto da Francesca Cantone.

Lo riporto perché ieri, dopo l’esame, mi sono sentita svuotata e parecchio delusa. Detesto la mediocrità quando so che potrei fare di meglio, forse avrei dovuto rifiutare il voto e riprovarlo, ma quando? Tre giorni prima dell’altro esame? Ho preso il treno, tornata a casa, dove sono ai ferri corti con mio padre che ha i suoi problemi e come me si sfoga piantando musi, lanciando frecciate e facendo sentire le persone a cui tiene da schifo. Io sono uguale. In treno già pensavo a oggi e a domani, un fine – settimana da passare al lavoro, già avevo l’ansia. Comunque, ecco qui un pezzo:

Essere uno studente universitario spesso per molti, diciamo così, esterni, significa studio (poco) e festini. Ma essere uno studente universitario significa quasi sempre invece sacrificio, lotta. Significa rimanere a studiare fino a tardi, barcamenandosi tra lezioni e impegni. Salutare gli amici all’aperitivo e correre a lavorare, dove ci si aspetta competenza e professionalità, distaccamento dai problemi personali, dalla sessione imminente. Cambiarsi in un lampo, trasformarsi nel perfetto cameriere, barista, babysitter. Non tutti hanno la fortuna di mantenersi gli studi lavorando già “seriamente”, in maggioranza quel lavoro per cui ci si sta formando rimane un sogno per tutti gli anni universitari.

(…)

Essere uno studente universitario significa fare tante cose, e niente. Agli occhi della società si è sempre indefiniti, quasi in un limbo, in cui non si è ancora trovata “la strada”.

Non saprei dire cosa significhi esattamente per ognuno, per ogni persona che si nasconde dietro una matricola. Ma sicuramente so che, per tutti, significa sogno di futuro.

Sogno di vita.

(Fine editoriale).

Perdonatemi, oggi sono terribilmente drammatica, odio i fine – settimana, non ho nessuna voglia di fare qualcosa, voglio solo che passi in fretta e in modo indolore.

 

Annunci

24 pensieri su “Università

  1. SognidiRnR ha detto:

    Taanta verità! Quando studi e non trovi lavoro perché tra immensi tomi da studiare e lezioni da seguire nessuno ti offre un lavoro che si incastri alla perfezione nella tua vita universitaria, beh,lì sei un mantenuto agli occhi di tutti. Poi ci sono quelli che ti valutano in base ai voti e non importa se per quel voto “mediocre” hai faticato tanto, loro non lo sanno. Insomma,È un po’ diffiile essere universitari e non farsi intaccare da tutti questi giudizi,paragoni, valutazioni…. io in linea di massima vado per la mia strada,stringo i denti, faccio il possibile. Poi ci sono fasi più depresse,in cui in preda all’ansia e allo stress mi deprimo un po’ e inizio a pensare che chi dice certe cose forse ha ragione….
    Tutto ciò per dire che ti capisco:ogni tanto essere drammatici è inevitabile! Ti lascio una pacca sulla spalla *patpat* da amica di fatiche e malumori universitari. Dai che il weekend passa in fretta!! 🙂

    Liked by 1 persona

    • Cose da V ha detto:

      hai detto molte verità, io odio la gente che non ha mai fatto l’uni che si permette di giudicare chi la fa, le scelte di vita, che l’uni è una cavolata, che siamo tutti mantenuti. Grazie compagna di sventure universitarie, la solidarietà tra studenti è sempre di conforto!!! ; )

      Mi piace

  2. Bagnarola ha detto:

    wow, dopo essermi sentita dire per anni “Stai facendo proprio la bella vita” mentre studiavo e lavoravo e sgomitavo, questo articolo è stato una bella boccata d’aria fresca. Grazie per averlo condiviso.

    Mi piace

  3. Bloom2489 ha detto:

    Grazie anche da parte mia per aver dato sfogo alla frustrazione del non riuscire ad essere perfetti nel corso di una carriera universitaria. Io non sono perfetta ma non sono più nemmeno la persona che per la prima volta ci aveva messo piede terrorizzata ed entusiasta allo stesso tempo. Ho (e sto finendo) il mio personalissimo percorso. Che nessun voto potrà mai cogliere in pieno. Per di più è probabile che nemmeno avrò mai il lavoro di chi si è laureato prima di me e senza capire una mazza di ciò di cui parlava agli esami. Ci misuriamo con tante sconfitte e tante gabbie psicologiche e solo per questo dobbiamo già essere fiere 🙂

    Mi piace

  4. La Prof ha detto:

    Io di studiare ho finito, e la cosa peggiore è che anche una volta che ti inserisci nel mondo dei cosiddetti “adulti” e del lavoro ti rendi amaramente conto che hai speso anni di sacrifici, impegno e soldi e questa società ti offre le stesse possibilità e contratti che darebbero a persone con la terza media. Per carità, tutto rispetto, ma se uno si è formato seriamente e ha acquisito specifiche competenze che non hanno tutti, certe offerte sembrano serie prese per i fondelli. Uno comincia sempre dal basso eh, ci mancherebbe, la gavetta spetta a tutti, ma tentare di trovare qualcosa affine con quello che abbiamo fatto durante il percorso universitario, mi sembra quantomeno il minimo! In bocca al lupo per tutto, cara 🙂

    Mi piace

    • Cose da V ha detto:

      ti ringrazio tanto e crepi il lupo : ) comunque sì, tra l’altro dopo l’università ci saranno gli immancabili stage “formativi”senza neppure un misero rimborso spese. In pratica ci si forma una vita per cosa? Lasciamo perdere… Concordo con le tue considerazione.

      Mi piace

  5. Swiffer96 ha detto:

    Molto significativo il tuo articolo! Condivido in pieno, università significa lottare e sopravvivere con le proprie forze avendo chiari i propri obiettivi. Ti invito a leggere il mio articolo sulle difficoltà del mondo universitario 🙂

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...