Saltano programmi

up

Ho cercato una foto di un compleanno, poi di un buffet, poi delle stelle filanti. E alla fine ho ripiegato su questi adorabili palloncini.

A inizio estate avevo in programma diverse cose.

Tipo scrivere una tesi. O perlomeno una bozza della tesi.

Poi che avrei fatto uno stage in un posto inerente al mio percorso di studi.

E magari facendolo non sarei riuscita a scrivere la tesi ma avrei fatto esperienza utile ed è l’esperienza che conta, no?

Poi che sarei rimasta per i fatti miei a rimuginare sulla mia esistenza.

Nella mia testa marciavo con tenuta casual – elegante in qualche ufficio con la radio in sottofondo, odore di caffè nell’aria e altri stereotipi da telefilm… Tipo scartoffie sulla scrivania. E una tazza fumante. Si sa che tutti gli stagisti fanno quella vita lì, no?

In realtà non avevo previsto di socializzare troppo, volevo concentrarmi sulla mia carriera.

No aspetta, quale carriera?

Quella che mi immaginavo nella mia testa.

Alla fine non ho fatto nessuno stage.

Per non restare a casa a cazzeggiare (cioè, parliamone, avrei comunque studiato e cazzi e mazzi).

Per non restare a casa a grattarmi sui libri ho deciso – come ormai ben sapete – di fare varie giornate alla settimana al ristorante, tanto per non sentirmi un’ingrata nullafacente e nullatenente.

Quando mi danno i soldi del fine settimana non penso ad altro che a vestiti.

(Vestiti??? E i viaggi???)

Stocazzo. Secondo voi ho anche il tempo per viaggiare? E coi soldi che guadagno al massimo mi pago un fine settimana a Venezia col pranzo a sacco. E io abito in Friuli.

No a parte tutto, avrei tanta voglia di viaggiare.

Comunque in quest’estate non ancora conclusa io non ho concluso proprio un cazzo.

Non ho ancora cominciato la tesi, sono nella merda fino al collo.

Ho sgambettato e sgambetterò per la sala di un ristorante in tenuta “alla cazzo di cane”. Altro che tailleur e robe casual – eleganti.

Sono immersa fino al collo nei rapporti sociali, anche contro la mia volontà.

Ho visto pochissimo mare, non ho fatto bagni degni di essere chiamati tali.

Il mio blog ha compiuto un anno: in quell’angolo angusto lì, trovate tramezzini e birra scadente per festeggiare con me. Vorrei dire “uaooo, siete tantissimiiiii”, ma in realtà siete in pochissimi, credo ci siano più articoli che – come dite voi giovani – follower.

Ma la cosa non mi turba, son sincera. Anzi.

Sono di nuovo calata in un’altra personalità e oserei dire in un’altra vita, o comunque in una vita differente a quella di un tempo.

Ebbene, dicevo. Un anno di blog, evviva, siete tantissimi!!!

Annunci

37 pensieri su “Saltano programmi

  1. Io e te, con un the. ha detto:

    La foto presa dal film “up” calza a pennello secondo me…
    Perché hai un casino di roba da fare, forse pochi mezzi per fare come vorresti, ma tanta voglia di fare comunque tutto e secondo me già è un buon punto di partenza, almeno sai che lavorare in un ristorante non è tra le tue idee prioritarie di felicità terrena….
    Vorrei poter dire qualcosa di vagamente intelligente, forse stimolante, positivo, o boh ma non sarei credibile quindi fingero di essere una semi-letterata e ti lascio con una frase famosissima di Pablo Neruda Van Gogh Einstein Frankenstein : fottitene e raggiungi ciò che desideri, se non è come te lo aspettavi ri-fottitene e cambia obiettivo.
    Ah ovviamente non copiate questa frase famosa senza il consenso scritto dell’autore e dei genitori, grazie…

    Liked by 1 persona

    • Cose da V ha detto:

      Sai che non ho ancora visto quel film? Il ristorante mi aiuta coi soldi e con l’esperienza di vita, diciamo, ma non è il mio mestiere (non perché lo disprezzi, ma perché davvero non fa per me). Mettici il copyright perché è davvero una gran frase! Ma davvero tanto! Grazie per le tue parole 🙂

      Mi piace

  2. An unusual girl ha detto:

    Anche io, ogni estate, mi metto sempre in testa di voler fare mille cose, però, in realtà, ne posso effettivamente realizzare poche e ne concretizzo ancora meno.
    Tra le cose che devo fare, tra l’altro, pure io devo riprendere in mano la tesi e scriverne una parte, ma… non l’ho ancora fatto!
    Credo che il mio problema sia sempre quello di farmi alte aspettative quando arrivano le vacanze estive. Forse dovrei viverla come viene e basta…

    Mi piace

  3. Stardust mamy ha detto:

    E’ più o meno sempre così quando si fanno tanti progetti, ma qualcosa hai fatto, sei cambiata, vai avanti…. indaghi su te stessa… le cose maturano anche se a noi sembrano immobili e palose. La tesi sarà un successo, la scriverai quando sarai pronta vedrai 🙂 Adesso basta complimenti, le birre ? 😉
    Ah..e buon compleanno al blog ❤

    Mi piace

  4. Zeus ha detto:

    Parto da una considerazione: la simpatia a pelle non sapevo da dove venisse, ma il fatto che sei furlana è un buon punto di partenza (e no, io non sono furlano… giusto per evitare la domanda… eheh). Mi stanno simpatici i furlani. Vai te a sapere perché!
    Ma sto divagando!
    Buon compleanno al blog. Io tanto son qua da poco (nel tuo blog intendo), perciò mi faccio faccia contenta e mi zavorro di tutto quello che hai messo a disposizione.
    Che vita difficile.

    Mi piace

    • Cose da V ha detto:

      Ahah! Non avrei mai pensato che i friulani potessero essere simpatici, anzi stare simpatici. Di solito è solo un “beoni e bestemmie” (il ché forse ci rende simpatici). Ti ringrazio, prendi pure due tramezzini!

      Mi piace

      • Zeus ha detto:

        Ehhhhh, sarà che il binomio beoni e bestemmie mi fa simpatia… o sono di parte avendo molti amici in friuli… boh… o forse è il grazioso clima furlano 😀 (scherzo, ovvio ahahahaahaahah).

        Mi piace

      • Cose da V ha detto:

        Tu pensa, io andavo a scuola a Udine, in tutti paesini che attraversava la corriera prima di arrivare splendeva il sole. Entravi a Udine e diluviava, SEMPRE :d

        Mi piace

      • Zeus ha detto:

        AHahahahahahahhaha
        I tuoi racconti sono così familiari per me. Sono venuto ad un concerto in zona vostra (l’anno scorso, quest’anno ho saltato) e siamo arrivati col sole e poi ho preso tanta di quell’acqua… ‘na secchiata direi.

        Mi piace

  5. massimolegnani ha detto:

    non ti faccio gli auguri perchè le ricorrenze mi irritano, ma tu sei adorabile, per nulla atteggiata.
    e poi non sono così sicuro che tu abbia sprecato l’estate, l’erba cresce anche se non te ne accorgi.
    ml

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...