La febbre del compleanno

daria07

Cin cin.

Alla fine me la sono tirata. Nel senso, la febbre. Me la son beccata a “suon di dai”. Dalle nostre parti si dice “a suon di dai”.

Comunque, niente, a forza di uscire con le peggio temperature, perché il freddo è arrivato tipo ieri e senza manco tutta sta arroganza eh. Quindi per me “peggio temperature” significa “caldino quando dovrebbe fare come minimo freddino”. Che cazzo.

Quindi c’è stato quel tempo odioso, pioggerellina, sudatina, freddolino, venticello… Io uscendo spesso con la pioggia per via delle bestie, che ormai son diventata bestia pure io, mi sono presa il solito tossone, che non aveva fatto in tempo a sparire che eccolo di nuovo. Solo che stavolta, dopo anni e anni di salute di “ferro” mi è venuta pure la febbre, che fortunatamente è durata poco. Ma giusto due giorni prima del compleanno, che sarebbe oggi. Così eccomi qui, ancora un po’ malaticcia, a fare i conti con l’età che avanza, i capelli bianchi, le rughe, le braccia flosce, la cellulite, la menopausa… Ah, no, scusate.

Semplicemente oggi compio qualcosa come venti + numero a piacere. Anche se avendo ripetuto spesso che non avrei avuto 24 anni tutta la vita, credo sia facile arrivarci.

E niente, io non faccio mai grandi festeggiamenti. L’unica volta che ho fatto qualcosa di “serio” è stato per i 18 anni, dove ho fatto ubriacare chiunque (me compresa, s’intende), in modo tale che tutti fossero convinti di divertirsi. O forse solo io ne ero convinta. Che poi è la stessa cosa che ho fatto alla mia laurea, solo che quella è finita molto peggio.

Detto ciò, di solito vengono i parenti, quindi zii, cugini, cuginetti, figli di cugini, perché noi somigliamo a quelle famiglie terrone che si riuniscono alla domenica e fanno un casino bestiale. Anche se da me metà famiglia è franscese. Ma di franscese non ha praticamente nulla, certamente non ha la raffinatezza o i modi garbati o l’eleganza. Comunque a me piace quando si riunisce tutta. Ma alla fine ci riuniremo venerdì sera, per evitare il contagio, ecco.

Poi sono solita offrire da bere alle pochissime amicizie che ho e che coltivo, vedremo come sto stasera, penso che farò così anche quest’anno.

Non sono in gran forma, né fisicamente, né moralmente, ma non è una novità. Una a 25 anni (ops, l’ho detto) dovrebbe come minimo spaccare il mondo, ma io è una vita che sono negativa, perciò non vedo perché cambiare proprio ora.

Io ho un unico desiderio, non lo so, si esprimono desideri per il compleanno?

Comunque vorrei che il rosso dei capelli durasse di più, perché è una rottura di palle infinita dover sempre fare la maschera colorante. Grazie, speriamo bene!

Annunci

33 pensieri su “La febbre del compleanno

  1. Zeus ha detto:

    Auguri!
    Inizio dicendo che anche da me si dice “a suon di dai”. Perciò questo può darti una parte della mia geolocalizzazione. Seconda cosa: auguri.
    Terzo: leggo la tua età e mi sento un vecchio demmerda. Che poi così vecchio non sono… ma fra sonno immondo, autunno, foglie che cadono, maya che muoiono, beh, mi sembra di avere eoni sul groppone (scusa, a volte dimentico che sono Zeus).

    Auguri eh!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...