La vie en rose (?)

amelie-bambinaAmmetto che la storia del francese mi ha sempre resa una bambina un po’ speciale.

Di quelle bambine che hanno tante belle storielle da raccontare, che c’hanno i parenti che vengono dalla Francia e non dal Sud Italia, come di solito capita. E quindi non ti portano schiacciate pugliesi, capperi sotto sale e pomodori secchi, no, ma potrebbero portarti gli insulsi macarons e qualche croissant dalla loro haute patisserie.

Ma niente allarmismi perché nessun parente franscese è giunto dalla banlieu parigina carico di doni, al massimo venivano ai funerali e piantavano le tende a casa nostra per una settimana buona, saccheggiandoci il frigo e vagando per le ostili campagne friulane implorandoci di accompagnarli a visitare qualche cantina… Già.

E poi che dire di mia madre che una cosa sola doveva fare… Parlarmi francese e crescermi come una vanitosa e saccente bilingue, così sarei potuta finire à Paris, immersa nella vasca come Eva Green a fumare sigarette lunghe e a ubriacarmi con del vino rosso assieme al mio incestuoso fratello e quel viscidone di Michael Pitt… Ah no scusate, quella è la trama dei Sognatori di Bertolucci. Ah, detto fra noi, è un film inutile, a tratti pietoso, a meno che non vogliate guardarvi le tette della Green evitatelo… Ma che ve lo dico a fa? NESSUNO vuole vedere le zinne di Tizia Green.

Dicevo, eccomi, una friulana che ha perso l’occasione di essere una parisienne dall’aria imbronciata, che passeggia ammirando le vetrine dei grandi magazzini de LaFayette… Sigh.

Infatti non è andata proprio così. La vasca non la faccio proprio, al massimo guardo le bancarelle del mercato anche se l’ultima volta che ci ho messo piede stampavano ancora Monella Vagabonda sulle mutande.

Ma oggi eccomi a cercare ricette per la biologica nocciolata e mi imbatto in una ricetta franscese dei cookies americani… Ah! Ma ho tutto l’occorrente in casa! Per i miei cukìs dal coeur fondant.

Ascolto la voce della signora française elencare gli ingredienti, il procedimento… Comme on dit? La procédure.

Ed eccola pronunciare “bicarbonato”, proprio così. Bla bla bla de café Bicarbonatò… Cazzo ha detto? Mezza tazzina di caffè di Bicarbonato?

Oui, oui. C’est ça!

E dunque eccomi a ficcare mezza tazzina di bicarbonato nell’impasto con ardore e una certa convinzione… Et voilà…  I miei cookies ripieni di nocciolata sono F A V O L O S I.

Ne assaggio uno e per poco non lo sputo, presa dal mood da sceneggiata… MERDE. M E R D E en français, come dice la mia adorata maman.

Il bicarbonato ha preso il sopravvento e dire che era solo mezza tazzina. Ma come è possibile, porca putain? Oh, quel dommage!

Sti francesi del beep non sanno manco fare una ricetta così banale? E dire che se la tirano un casino per la loro cuisine. Poi faccio un bel respiro, ricordandomi che la mia famiglia è metà francese.

Guardo nuovamente il video, coeur fondant,.. “une demie cuillère à cafè de Bicarbonatò”.

Mezzo cucchiaino da caffè di bicarbonato.

CHE COOOOSA?

Come cazzo ho fatto a capire mezza tazzina di caffè?

Butto i miei fantastici cookies al bicarbonato nella pattumiera e bestemmio, da buona franscese.

Non, rien de rien, non, je ne regrette rien!

Annunci

20 pensieri su “La vie en rose (?)

  1. Zeus ha detto:

    Ahahahahahahahahahahah in effetti quando sei francese anche le bestemmie escono un po’ con il naso all’insù e il senso di nobiltà decadente che è Parigi.
    Ma dico: chi vorrebbe vedere le tette di Eva Green?! Dimmelo. Chi? Chi osa vedersi un film dove mostra le tette!? Eh!?
    Cioè… adesso che ci penso le mostra ovunque tranne in Miss Peregrine e, in quel film, mi sono depresso ahahahahahahahaha
    Ritorniamo al punto: chi vuole vedersi le tette della Green alzi la mano!! 😀

    Lascia stare: ho un libro di cucina in francese e passo almeno un’ora fra libro e google translate… 😀

    Mi piace

    • Cose da V ha detto:

      Sto piangendo dal ridere, giuro.Comunque io col cazzo che mi rivedo un film con quella stronza, anzi mi informo sempre prima “c’è quella stronza di eva grinch nel film?”. Ma scherziamo, ho un’autostima da preservare ; ) A parte gli scherzi (e chi scherza) mi hai fatto morire quando hai detto che ti sei depresso ahahahaha

      Mi piace

      • Zeus ha detto:

        Ahahahaaha… faccio anche io la stessa domanda, ma ho il sospetto che la risposta che vogliamo sentirci dire sia diversa 😀 ahahahahah. Così, tanto per dire 😀

        Ma è vero! Uno si abitua, sa che ogni film con la Green è perfetto per vederle le zinne…. e poi fa un film in cui è più coperta di una suora vestita da palombaro. Ma dai. Ti sale un po’ di depressione 😀

        Mi piace

  2. ricettedacoinquiline ha detto:

    Sono sana di mente se ho letto da “Bicarbonato” in poi tutto con ascento franscese? E sto leggendo anche il mio commento così?
    Dioooo i genitori stranieri che non insegnano le lingue ai figli!! Cosa vivete a fare??? (chiaro rimando a mio zio, sì, tu, zio)

    Mi piace

      • ricettedacoinquiline ha detto:

        Mia cugina piccolina, che vive a Strasburgo, ha la mamma che conosce 9 lingue e il padre che è mio zio e quindi sa l’italiano. Quella criatura (sorri!) parla perfettamente francese e tedesco (perché lì insegnano la lingua confinante da piccoli) e non sa una cavolo di parola d’italiano! Cioè poteva uscire un piccolo mostro dilingue, ma no!

        Mi piace

      • Cose da V ha detto:

        Ma dai, assurdo!! Certo già sa due lingue piuttosto importanti. Ma è un peccato che il padre non gli abbia insegnato l’italiano. Ma tuo zio vive a Strasburgo da tanto? Perché mia madre è venuta qui a 9 anni, perciò un po’ la giustifico se non mi ha mai parlato francese (salvo le classiche espressioni quando è incazzata ahaahah)

        Liked by 1 persona

      • ricettedacoinquiline ha detto:

        Mio zio vive lì dall’89, ormai quando parliamo su whatsapp o per telefono (ma anche dal vivo) caccia delle frasi in francese o frasi del tipo “come si dice in italiano?”. E poi lo studiava dalla prima media!

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...